Qualcuno la chiama ‘Summer Blues‘ ed è l’equivalente della depressione estiva, uno stato che interessa alcune persone e che si manifesta con l’arrivo dell’estate, in particolare con l’allungarsi delle giornate.

L’estate per molti coincide con il relax e il divertimento, ma tuttavia non è sempre così, o almeno non lo è per tutti.

Secondo quanto riportato dalla Fondazione Umberto Veronesi in un’intervista alla professoressa Donatella Marazziti, docente del Dipartimento di Psichiatria, Neurobiologia, Farmacologia dell’Università di Pisa, esiste la depressione estiva: stagionale.

Questo stato si manifesta con specifici sintomi e la molla può essere ricercata nell’allungamento del fotoperiodo, ovvero in una maggiore quantità di luce disponibile durante la giornata che può scatenare il cosiddetto ‘panico del vuoto‘, soprattutto se non ci può permettere di andare in vacanza o di potere vivere il periodo estivo come più si desidera.

Qui l’Approfondimento della fondazione Umberto Veronesi 

La Depressione Estiva Negli Studenti

Com’è l’estate per gli studenti?

Gli studenti che devono dedicare una parte della propria giornata allo studio per raggiungere i propri obiettivi scolastici possono risentire maggiormente della difficoltà a concentrarsi nel periodo estivo.

L’eccessivo caldo può infatti farli sentire spossati e senza forze e, alcune volte, far nascere del nervosismo che rende tutto più complicato da fare.

Una Distinzione Importante

Il dato di fatto è questo: ansia e depressione in estate possono peggiorare perché sono influenzate dal contesto ambientale.

Bisogna però distinguere tra ciò che è fisiologico e ciò che non lo è.

Occorre infatti porre l’accento su due elementi: intensità e durata.

Provare infatti un’ansia transitoria è normale, anzi migliora le funzioni cognitive.

Esistono tuttavia delle forme acute come i disturbi di panico e quelle con andamento continuativo legate a fobie specifiche.

L’aumento della luce in estate può ad esempio peggiorare la situazione delle persone ansiose, perché aumentano le energie a disposizione, che se non vengono ben canalizzate possono originare un senso di irrequietezza e, per l’appunto, di ansietà.

Lo stesso vale per i disturbi depressivi: un po’ di demoralizzazione e tristezza sono fisiologiche e in questo caso entriamo nel campo della depressione estiva.

Quando c’è da preoccuparsi?

Quando si nota una perdita di interesse, compaiono disturbi fisici, del sonno, affaticabilità, difficoltà cognitive come indecisione e quando le incapacità di concentrarsi sono costanti o in crescita.

5 Consigli Per Prevenire il Summer Blues

Ci sono dei suggerimenti che permettono non solo di prevenire l’insorgenza di fenomeni ansiogeni e di depressione estiva, ma anche di limitarne i sintomi.

Eccone 5 di semplici e che possono essere messi in pratica fin da subito:

#1 Passeggiare all’Ombra

Approfittare del caldo per passeggiate all’ombra, giri in bicicletta o nuotate in piscina non può che essere un buon consiglio.

Molti studi specifici hanno infatti appurato che l’attività fisica aiuta il rendimento scolastico e il benessere in generale, non solo perché il corpo risulta rinvigorito e fortificato, ma anche perché aiuta ad eliminare “l’ansia da prestazione”.

Infatti, patologie come ansia e depressione sono controllate dal sistema nervoso e precisamente dagli ormoni: le cosiddette endorfine.

Questi ormoni controllano il benessere degli stati psichici e sono rilasciati nel corpo attraverso il movimento.

Mettersi in modo in estate, avendo l’accortezza di scegliere luoghi e situazioni ombreggiate per praticare l’attività fisica, è quindi un’ottima scelta di benessere.

Inoltre l’attività fisica aiuta ad abbassare il cortisolo, l’ormone dello stress, e a mitigare gli effetti che questo stato può avere sull’organismo, anche quelli più pericolosi e a lungo termine.

#2 Fare Sport

Fare sport potrebbe sembrare un consiglio un po’ controcorrente considerate le alte temperature estive, ma ancora una volta è importante scegliere come e quando praticarlo.

Una partita di calcetto serale, un torneo di beach volley o una sessione di yoga o arti marziali in spiaggia non possono che portare grande benefici fisici ed emozionali a chi li pratica.

Questo perché lo sport facilita le prestazioni dell’intelletto diminuendo insicurezza, ansia da prestazione oltre che prevenire disturbi come l’obesità.

Dal punto di vista estetico, il fare attività fisica migliora inoltre la visione che si ha del nostro corpo, con conseguenze ottimali sull’autostima in generale.

#3 Dormire Bene

Riposare bene è fondamentale in estate, soprattutto se ci sono sintomi di depressione estiva o di ansia.

Per farlo nel migliore dei modi è opportuno ordinare la propria stanza, scegliere della biancheria fresca e traspirante, dosare con attenzione la quantità di luce e…attenzione attenzione, cercare di spegnere gli apparecchi tecnologici (smartphone in primis) almeno 20 minuti prima di dormire.

In questo modo ci si abitua al sonno e si trascorre la notte in modo più salubre, permettendo al corpo di svegliarsi riposato e quindi più attivo al mattino.

#4 Mangiare Sano

L’alimentazione gioca un ruolo cruciale sia sul benessere fisico in estate, che su quello emozionale. Il consiglio è preferire alimenti freschi, che considerata l’abbondanza di vegetali disponibili in questi mesi non possono mancare nel menù e di non esagerare con le porzioni.

Scegliere un’alimentazione sana e contenuta aiuta infatti il corpo a mantenersi leggero e a non appesantirsi, quindi a soffrire meno il caldo e ad essere più predisposto a muoversi.

Inoltre la frutta e la verdura sono ricche di vitamine, supportano la freschezza mentale e anche il benessere emozionale, grazie alla presenza di specifici sali minerali come ad esempio il magnesio che rilassa la muscolatura, il potassio e moltissimi altri micro-elementi e oligo-elementi nutritivi.

#5 Bere Molto

Questo consiglio va oltre i suggerimenti per prevenire la depressione estiva e mantenere un buon stato di salute fisica ed emozionale in questo periodo dell’anno.

Bere molto è sempre importante, perché idrata il corpo, soprattutto in estate quando si consumano molti liquidi ed è importante per mantenere alti i livelli di memoria e concentrazione.

#BONUS: Va Dove ti Porta il Cuore

L’estate è il momento ideale per poter soddisfare i propri bisogni.

C’è chi avrà bisogno di una vacanza al mare, chi al lago, chi in montagna, per alcuni movimento e vita sociale saranno necessari, per altri non partire affatto è ciò di cui hanno realmente bisogno.

Infine, per alcuni, l’estate può essere il momento per affrontare lo stigma e il pregiudizio che ancora esistono nei confronti di malattie come l’ansia patologica e la depressione.

Farsi aiutare per molti può essere una necessità di questa estate.

Al di là delle mode e del diktat imperante del “bisogna divertirsi” ognuno di noi in fondo ha necessità di sentirsi bene, non apparire in piena forma.

L’essere al di là dell’apparire non può che farci stare bene, ma veramente bene!

Siamo a disposizione per dare un aiuto concreto a chi desidera prevenire e superare le condizioni di ansia e depressione estive, con il nostro servizio di psicologa interna qui a InStudio.

Contattaci con fiducia chiamando il numero 339 4876 813 o scrivendoci un messaggio a questa pagina.

Buona estate a tutti!

Shares
Share This